Modulatore AM

mod_am2.gif (6239 byte)

Verifica del funzionamento di un modulatore AM con modulazione di collettore.

Montare accuratamente il circuito su bread-board (concentrare il circuito nel minor spazio possibile, i collegamenti di massa devono essere adiacenti).

Per il collaudo eseguire le seguenti operazioni:

  1. Alimentare il circuito lasciando i GDF spenti (1)
  2. verificare con l'oscilloscopio che nella parte superiore di C1 sia presente una tensione continua di 6V
  3. fornire la tensione V2 e controllare l'uscita ANT1 sonda CH1 dell'oscilloscopio, variare la frequenza di V2 sino a raggiungere la frequenza di risonanza (se l'uscita  satura diminuire l'ampiezza di V2)
  4. applicare ora V1 con F=1Khz (controllarla con CH2 dell'oscilloscopio), cambiare l'ampiezza e verificare la modulazione d'ampiezza del segnale all'uscita ANT1.
  5. Collegare un filo elettrico di qualche metro su ANT1 e verificare con un radioricevitore AM l'emissione di radiofrequenza
  6. Portarsi in condizione di massima modulazione del segnale e misurare V2 (VMax), V1(VMax) e ampiezza segnale in antenna (VMax)
  7. Effettuare la misura della potenza assorbita dal circuito nei due casi: assenza di modulazione, modulazione al 100%.

Montare il circuito in figura e applicarlo al posto di V1 e verificare la qualitÓ audio del modulatore

pre_mic.gif (3789 byte)

 

 

 

    Componenti del gruppo
    Classe

    V2 (VMax) V1 (VMax) VAntenna (VMax)
    Potenza assorbita in assenza di modulazione Potenza assorbita con modulazione al 100%

    (1) In caso di non disponibilitÓ di  G.D.F. si pu˛ sostituire V1 col seguente circuito.

     Generatore d'onda sinusoidale

    F0=1/(2*PI*SQRT(6)*R*C)

    Av = 29